B-Up! Domande & Risposte

 

A chi è indicato?
A tutti i coloro che desiderano sollevare e modificare la proiezione dei glutei in maniera permanente senza l’uso di protesi. L’intervento è adatto sia a uomini sia a donne in una fascia di età dai 21 ai 65 anni con una pelle compatta.

In che cosa consiste?
L’intervento consiste nell’inserimento appena sotto la cute, di fili elastici che facciano da secondo sostegno ai tessuti molli in modo da riposizionarsi in alto. Questi fili vengono inseriti tramite piccolissime incisioni attorno al gluteo ed essendo in materiale non riassorbibile, la tecnica risulterà permanente negli anni.

C’è rischio di rigetto?
Assolutamente no. Le suture elastiche utilizzate per questo intervento sono già da molti anni in uso in chirurgia e sono sicure e senza alcun rischio per la salute. Il vantaggio di questa metodica è proprio quello di non dare rigetto, a differenza dell’alto rischio che si potrebbe avere con l’utilizzo di protesi glutee.

Che anestesia viene utilizzata?
L’intervento viene effettuato in anestesia locale assistita, con la presenza costante di un anestesista qualificato. Ciò permette che l’intervento venga fatto in regime ambulatoriale, senza ricovero.

L’intervento è doloroso?
No, perché vengono utilizzati aghi di dimensione molto ridotta dopo aver effettuato l’anestesia locale nei punti di entrata e di uscita dov’è stato programmato il passaggio dei fili di sospensione in fase pre-operatoria. Durante il post intervento è possibile avvertire una sensazione di indolenzimento risolvibile in 4-5 giorni e sopportabile con una terapia antidolorifica prescritta dal medico.

I risultati quanto durano?
I risultati che si ottengono con B-Up! sono definitivi. Si potranno apprezzare dopo circa un mese dall’intervento quando i fili, non riassorbibili, verranno integrati nella cute e i punti in cui è stato inserito il filo si appianeranno. Chiaramente il risultato si modificherà col passare degli anni, come in tutti i processi di naturale invecchiamento.

E’ possibile sedersi dopo l’intervento?
Certo, non è presente alcuna controindicazione in merito poiché i Fili sono molto resistenti. Tuttavia bisogna porre molta attenzione a non fare movimenti bruschi, o a non caricare tutto il peso sui glutei (ad es. non sedersi di scatto, non dormire supini, restare seduti molte ore o fare lunghi viaggi in auto) i primi giorni successivi all’intervento, quando il filo si deve ancora assestare.

Dopo quanto tempo posso tornare a lavorare?
Il recupero post operatorio è molto breve dato che si tratta di una tecnica poco invasiva: dopo 4/5 giorni dall’operazione è possibile riprendere la normale attività lavorativa, facendo attenzione a non compiere eccessivi sforzi.

Le cicatrici sono evidenti?
Le cicatrici di soli 3mm saranno evidenti solo fino a qualche settimana dall’operazione, dopodiché diverranno invisibili, sia per la loro dimensione, sia per le zone nascoste in cui vengono effettuate.

Come mai varia così tanto il costo dell’invervento?
Il prezzo varia da persona a persona in quanto i casi possono essere molto diversi tra loro. Il costo è legato al numero di cerchiaggi (fili) necessari, al numero di inserimenti necessari e se serve o meno fare un lipofilling per aumentare il volume del gluteo, nel caso di un gluteo particolarmente piatto o svuotato.

Ho fatto B-Up! anni fa, ma ho subito una forte variazione di peso e i miei glutei non mi piacciono più. E’ possibile rifare l’intervento?
Naturalmente. Se B-Up! viene fatto quando si è ancora giovani o se si subiscono forti variazioni di peso è normale che i tessuti si modifichino. E’ possibile fare un’altra operazione inserendo altri fili senza controindicazioni.

Cosa bisogna indossare dopo l’intervento?
E’ necessario utilizzare delle calze compressive contenenti un sostegno “push up”nell’area glutea.

Se tocco l’area trattata sento i fili?
No: i fili vengono posizionati sottocute e non si possono sentire, inoltre nel giro di 15 giorni vengono ricoperti dal tessuto connettivale e risulteranno del tutto impalpabili.

Perché preferire B-Up! alla Gluteoplastica?
-Tempi brevi di convalescenza
– Risultato naturale
– Anestesia locale senza ricovero
– Nessun rischio di rigetto
– Rinforza il sistema legamentoso che sostiene l’area trattata, trasformandosi nel tempo in un legamento sospensivo, fisiologico, invisibile e impalpabile
– Contrasta in maniera naturale la ptosi gravitazionale
– Permette la proiezione corretta del gluteo anche grazie ad un eventuale lipofilling
– Si può rifare più volte anche a distanza di anni

Ci state ancora pensando?!