Fili Visage: ringiovanimento viso e collo

APTOS, azienda russa che ha rivoluzionato i metodi di ringiovanimento mini invasivo, ha creato la linea Visage, fili riassorbibili per il lifting di viso e collo.

Questi fili sono in caprolactone, materiale atossico, antirigetto, che si riassorbe completamente in un anno. L’acido polilattico, suo componente importante, produce un ulteriore effetto ringiovanente, perché rivitalizza la cute rallentando nei processi di invecchiamento.

Grazie agli oltre 20 anni di studi e ricerche, APTOS ha ideato un filo che possa dare risultati duraturi perfino dove la cute e più sottile e la copertura del tessuto adiposo è insufficiente, proponendo soluzioni diverse per tonificare viso, collo e aree delicate.

Questi fili hanno su tutta la loro lunghezza delle piccole ancore che si agganciano ai tessuti permettendo un immediato effetto lifting. A questo va ad aggiungersi l’effetto di fibrosi che si crea attorno al filo, ovvero la naturale produzione dell’organismo di tessuti nuovi per proteggere il corpo da elementi estranei, il filo visage in questo caso. L’effetto delle ancore, unito a quello della fibrosi naturale dei tessuti, consente un effetto liftante che si può mantenere fino a 2 anni.

L’inserimento del filo nel corpo avviene con una puntura, che non lascia alcun segno sulla pelle, un solo foro sia per l’ingresso che per la trazione dei tessuti. La lunghezza di 20 cm permette di correggere aree più estese ed effettuare l’accesso da una posizione più laterale all’area interessata al confine con la linea dei capelli, rendendo ancor più invisibile la procedura.

Questa metodica è indicata per uomini e donne che non hanno tempo per lunghi periodi di riabilitazione solitamente necessari in seguito a interventi chirurgici, pur ottenendo risultati ottimali, un vero e proprio minilifting non invasivo.

Le aree trattate in maniera ottimale con questa metodica sono le sopracciglia, gli zigomi, il mento e l’area mentoniera sottostante.

alligators on rampage
chanel espadrillesMORE Food That Looks Like Dicks