Lipofilling del viso (Lipostruttura)

Un forte dimagrimento, un trauma o semplicemente per costituzione naturale, alcune zone possono sembrare “vuote”, carenti di una rotondità che dona freschezza al viso o sensualità e forme più. Un viso incavato appare stanco, stressato ed i glutei piatti riducono la sensualità e l’armonia corporea.

Che cos’è il Lipofilling?

Il lipofilling o lipostruttura è un riempimento delle zone depresse attraverso l’infiltrazione di piccole quantità di grasso prelevato da altre aree della cliente stessa (lipofilling). Il procedimento chirurgico del lipofilling è paragonabile al procedimento inverso della liposuzione.

In quali aree del viso si pratica?

La tecnica del Lipofilling permette il riempimento delle rughe e l’aumento del tono ed elasticità del viso. I punti dove viene maggiormente praticata questa tecnica sono la fronte, gli zigomi, il mento, le labbra e le rughe naso labiali. Il grasso necessario per praticare il lipofilling solitamente viene prelevato dalla zona addominale, dalle cosce o dalle ginocchia.

Prima dell’intervento

Il chirurgo valuterà spessore ed elasticità cutanea, individuerà i punti in cui c’è maggiore svuotamento e avvallamento; quindi stabilirà quale sarà la zona “donatrice” e la quantità di volume da infiltrare. Si studieranno schemi personalizzati per le incisioni da realizzare in maniera da rendere minima la possibilità di cicatrici visibili.

In che cosa consiste?

Il lipofilling viene svolto in anestesia locale con sedazione.  Il grasso che verrà impiegato per eseguire il riempimento viene prelevato dalla cliente stessa con sottili cannule in zone nascoste come l’interno del ginocchio, la piega dei glutei o sui fianchi. Il grasso ricavato viene subito centrifugato e purificato, pronto per essere nuovamente infiltrato con un’ apposita siringa sulla zona prestabilita provocando l’effetto di riempimento desiderato. E’ possibile iniettare soltanto piccole quantità di grasso adiposo per cui il lipofilling si pratica su piccole zone su cui apportare semplici ritocchi. Il principio operatorio consiste nel realizzare un vero e proprio autotrapianto di cellule adipose.

IL POST-OPERATORIO

E’ possibile avvertire una sensazione di stanchezza e di indolenzimento i primi giorni. La zona trattata presenterà un consistente gonfiore  ed una sensazione di bruciore che tenderanno a svanire progressivamente nell’arco di una settimana. Non saranno assolutamente presenti o possibili casi di allergie o di rigetto perché il grasso ricavato proviene dallo stesso organismo. Gli esiti cicatriziali sono praticamente inesistenti perché si tratta di dimensioni millimetriche posizionate in punti nascosti del corpo. E’ possibile riprendere le normali attività lavorative nell’arco di 7/10 giorni.

so pack warm clothes
woolrich saleHow to Pitch an Article to Teen Vogue Magazine